Carrello

Sudorazione

La sudorazione è un processo fisiologico che consiste in un aumento della secrezione prodotta dalle ghiandole sudoripare per mantenere un controllo della temperatura corporea. Tuttavia la quantità di sudore è influenzata da diverse concause che possono interagire fra loro. Del resto tutti possono attestare un aumento della loro sudorazione durante l’attività fisica, nei momenti di tensione nervosa, in condizioni ambientali che evidenziano eccessivo calore e quando sono presenti stati febbrili o di debolezza. Da segnalare, inoltre, un aumento della sudorazione anche legati agli ormoni, nella fase di crescita degli adolescenti, ma anche, per le donne, in periodi premestruali, in gravidanza e premestruale.
La pelle, per mantenersi in salute, ha bisogno di traspirare e sudare, restando così in contatto con l’ossigeno. Tuttavia, a causa della compartecipazione di altri componenti cutanei come il sebo e corneociti, la sudorazione comporta la formulazione di cattivi odori.
Le ghiandole eccrine o sudoripare, presenti su tutto il corpo ma particolarmente nel cavo ascellare, sulla mano e sotto i piedi, svolgono principalmente una funzione termoregolatrice. La secrezione di queste ghiandole è inodore e contiene piccole percentuali di acido lattico e glucosio, Le ghiandole apocrine sono diffuse nel cavo ascellare, non hanno una funzione termo-regolativa, ma sono influenzate da ormoni come l’adrenalina. La secrezione prodotta da queste ghiandole è lipo-proteica, risente delle variazioni ormonali, è può essere attaccato dalla flora batterica causando odori sgradevoli. Del resto il tipico odore ascellare è il risultato di un insieme di composti proteici, solfurei e butirrici. Unito alla secrezione delle ghiandole sebacee, il sudore apocrino genera cattivi odori, come detto, anche per l’intervento della flora batterica.
Il laboratori Polí© dopo mesi di ricerca hanno formulato un deodorante, con e senza profumo, antibatterico. L’intenzione della dottoressa Poli era quella di creare un prodotto che lasciasse inalterata la traspirazione della pelle, senza dunque compromettere il delicato equilibrio del corpo con sostanze che formassero una sorta di tappo. La soluzione è stata trovata combattendo la vera causa dei cattivi odori, ovvero l’azione della flora batterica.

I deodoranti

Deodorante profumato

Il DEO SOFT FRESH SPRAY rappresenta un prodotto estremamente delicato ed efficace in grado di svolgere un’azione deodorante senza arrecare alcun danno alla salute. A differenza di molti altri deodoranti, il DEO SOFT FRESH SPRAY non contiene derivati dell’alluminio come aluminium chlorohydrate e potassium alum (conosciuto anche come pietra antiodore), che svolgono un’azione antitraspirante impedendo la fuoriuscita dell’80% del sudore prodotto dal corpo, tuttavia questa attività blocca l’espulsione delle tossine che l’organismo ha necessità di eliminare. A tal proposito, in Germania, l’Istituto Federale per la Valutazione dei Rischi ha dichiarato che i deodoranti contenenti alluminio dovrebbero essere evitati. Inoltre il prodotto non contiene oli essenziali ricchi di sostanze allergizzanti (individuate dal legislatore come dannose per la loro capacità di causare allergia e sensibilizzazione).

Deodorante senza profumo

Frutto di una ricerca scientifica durata ben 18 mesi, il DEO SOFT SPRAY rappresenta un prodotto estremamente delicato ed efficace in grado di svolgere un’azione deodorante senza arrecare alcun danno alla salute.A differenza di molti altri deodoranti, il DEO SOFT SPRAY non contiene derivati dell’alluminio come aluminium chlorohydrate e potassium alum (conosciuto anche come pietra antiodore), che svolgono un’azione antitraspirante impedendo la fuoriuscita dell’80% del sudore prodotto dal corpo, tuttavia questa attività blocca l’espulsione delle tossine che l’organismo ha necessità di eliminare. A tal proposito, in Germania, l’Istituto Federale per la Valutazione dei Rischi ha dichiarato che i deodoranti contenenti alluminio dovrebbero essere evitati. Inoltre il prodotto non contiene oli essenziali ricchi di sostanze allergizzanti (individuate dal legislatore come dannose per la loro capacità di causare allergia e sensibilizzazione).